Ultime pubblicazioni della Società.

L'elenco completo è disponibile alla sezione demografia del sito Forum Editrice.  

 

 

Fertility in Italy at the turn of the twentieth century

A cura di Alessio Fornasin e Matteo Manfredini

 

La pubblicazione propone una visione in ottica micro-analitica dell’inizio del processo di transizione demografica e del declino della fecondità in Italia. I cinque lavori che contribuiscono al volume si riferiscono a realtà territoriali e temporali diverse per offrire un’ampia panoramica dei comportamenti individuali e di coppia che hanno condotto al controllo volontario delle nascite.

Anno 2009; Pagine 96; ISBN 978-88-8420-603-9

 

 

L'Italia in movimento: due secoli di migrazioni (XIX-XX)

A cura di Ercole Sori e Anna Treves

 

Quelli dei movimenti migratori interni e verso l'esterno sono temi chiave per la storia della società italiana negli ultimi due secoli. Qui sono affrontati significativamente insieme, in una prospettiva di ampio respiro, mettendo alla prova e a confronto approcci statistico-demografici, antropologici, storici e grafici. Ne esce un aggiornato bilancio degli studi e un'analisi di questioni più generali o ricerche su casi specifici, che mettono in forse consolidate interpretazioni, o invece confermano la validità di vie di ricerca già sperimentate. Diversi contributi mettono in luce l'esistenza di interessanti forme di plurilocalismo; altri fanno emergere i limiti di troppo rigide distinzioni tra migrazioni interne ed esterne; altri ancora invece sondano con efficacia un campo di ricerca ancora molto giovane quale è quello relativo ai processi migratori nel secondo dopoguerra. È un libro, insomma, che segna il terreno per una rinnovata stagione di ricerche.

Anno 2008; Pagine 560; ISBN 978-88-8420-528-5 

 

 

Statura, salute e migrazioni: le leve militari italiane

A cura di Carlo A. Corsini

 

Alla statura si attribuisce il significato di indicatore del livello biologico della vita poiché appare correlata con le condizioni di salute, l’alimentazione e così via, e pertanto riflette le condizioni demografiche (sopravvivenza) e le implicazioni dell’ambiente socio-economico: tutti fenomeni che variano sensibilmente nel corso del tempo. Ma essa si modifica anche per effetto di altre caratteristiche legate al patrimonio genetico degli individui: un patrimonio differenziato territorialmente e anch’esso variabile nel tempo ma molto più lentamente di quanto avviene per l’insieme degli altri fattori. L’intreccio intimo fra fenotipi e genotipi rende, per la verità, difficile l’esame del contributo effettivo di ciascuna delle componenti biologiche sull’organismo umano.

Anno 2008; Pagine 256; ISBN 978-88-8420-444-8

 

 

Transizioni di fecondità in Italia tra Ottocento e Novecento

A cura di Carla Ge Rondi, Matteo Manfredini e Rosella Rettaroli

 

Il quadro della transizione demografica italiana è estremamente composito e vario territorialmente, tanto da giustificare appieno la declinazione plurale di ‘transizioni demografiche’ e da continuare ad attirare su di sé attenzione e interesse di ricerca. I saggi raccolti nel volume esaminano una delle componenti delle transizioni demografiche, quella della fecondità, e hanno in comune l’evoluzione del binomio nuzialità-fecondità tra il XIX e il XX secolo, processi entrambi che, soprattutto in epoca storica, risultano intimamente legati tra di loro. I contributi  esaminano da un lato evoluzioni della fecondità di lungo periodo a livello nazionale e dall’altro approfondiscono casi specifici in tema di variabilità del comportamento nuziale.

Anno 2008; Pagine 192; ISBN 978-88-8420-530-8

 

Salute, malattia e sopravvivenza in Italia fra ‘800 e ‘900

A cura di Marco Breschi e Lucia Pozzi

 

Il tema della transizione sanitaria è riproposto in questo volume nella sua accezione di trasformazione triplice: dei profili epidemiologici, dei rischi di malattia e delle forme di attenzione alla salute. Il concetto dihealth transition, nell’originaria e più espressiva denominazione anglosassone, include, infatti, accanto all’evoluzione del quadro epidemiologico, l’insieme dei fattori che stanno alla base della sua trasformazione e quindi i cambiamenti sociali, culturali e comportamentali che si sono verificati in parallelo a quelli epidemiologici, come pure le modifiche nei fattori di rischio e nelle risposte che le società sono riuscite a fornire per contrastare le malattie e la morte. Attorno a questi snodi cruciali si sviluppano i contributi di questa pubblicazione che, con ottica interdisciplinare, analizzano alcuni aspetti del complesso e tormentato passaggio dal vecchio al nuovo regime di mortalità.

Anno 2007; Pagine 312; ISBN 978-88-8420-483-7